0

Registrare ultrasuoni con UltraMic 384K

UM384K_small

Ho iniziato una serie di test con l’UltraMic 384K della Dodotronic una piccola casa costruttrice di microfoni  fondata da Ivano Pelicella con sede a Roma. Ivano è un biologo con la passione per l’elettronica che ha progettato questo ed altri apparecchi per l’ascolto della natura. Il microfono è di tipo USB questo significa che non ha bisogno di registratori audio esterni ma che può essere attaccato direttamente al computer o ad uno smartphone o tablet che sia. Bisogna solo procurarsi programmi o applicazioni adatte a ricevere lo stream digitale che produce UltraMic. Per ulteriori dettagli tecnici vi rimando alla pagina del prodotto linkata sopra.

Bisogna fare una premessa, l’UltraMic non è da considerarsi un microfono come lo si intende nel settore audio; è più appropriato pensarlo come un sensore di ultrasuoni utilizzato per lo studio della comunicazione nel regno animale. È inoltre impiegato nel settore industriale per il monitoraggio dello stato di salute di alcuni macchinari.
Non può essere usato come microfono da studio o da field recording, perché la resa non è ottimizzata per la banda udibile, il segnale è un po più rumoroso e la resistenza alla pressione sonora è più bassa rispetto ai microfoni tradizionali. Come può tornare utile allora nella creazione degli effetti sonori?

Continue Reading

0

Chris Watson

Chris Watson è uno dei veterani nella registrazione dei fenomeni naturali. Ha lavorato hai maggiori documentari naturalistici della BBC come, Life In The Undergrowth, Frozen planet e The Life of birds con il quale ha ottenuto il premio come miglior suono al BAFTA nel 1998, nel video (in inglese) parla delle sue tecniche.

0

Proiettili a rallentatore

Di seguito la traduzione di un post sul blog di therecordist.com

C’è sempre una prima volta; registrare il passaggio e l’impatto dei proiettili lo è stato per me. E’ stata una cosa che avrei sempre voluto fare ma non conoscevo nessuno con il permesso di usare un silenziatore. Poi durante la sessione di registrazione del mitragliatore M60 con tiratore esperto Richard del negozio di pistole in città, ho cominciato ad indagare su cosa sarebbe necessario per registrare proiettili che sfrecciano e impattano. Ho consultato il mio esperto preferito in quanto a registrazioni di armi – Charles Maynes (grazie di cuore amico) mi ha dato dei consigli davvero preziosi su come affrontare questo tipo di sessioni. Poi ho spiegato a Richard ciò che avevo in mente, le linee guida di Charles e ci siamo messi all’opera. Il suono dei proiettili che sentite in questo post sono rallentati del 35% in maniera da poter ascoltare tiro e impatto in maniera più dettagliata. L’effetto è decisamente più interessante se rallentato.
Continue Reading

0

Librerie sonore – Ultimate Ice 2 HD

Nuova interessante release su The Recordist, Ultimate Ice 2 Hd libreria dedicata al ghiaccio in tutte le sue dimensioni dai crepitii più piccoli fino al rumore di rotture di lastre enormi. Le sessioni sono state registrate nel nord Idaho su un lago ghiacciato con Sennheiser MKH-8040ST e MKH-8040, per la ripresa di frequenze oltre la soglia di udibilità.  315 effetti su 102 files a 96Khz 24Bit per il prezzo di 50$

0

Italy Soundscapes Map

Ho inserito nel blog una mappa sonora italiana – trovate il nuovo pulsante nel menù in alto, naturalmente inauguro la cosa con la registrazione più vicina a me, la strada sotto casa. Nei prossimi giorni aggiungerò nuovi panorami. Chi vuole apportare un contributo al progetto inserendo le proprie registrazioni, può farlo inviandomi una email nella quale si specifica il puntamento geografico del luogo registrato, la tecnica di registrazione, il registratore e l’embed code del file caricato su Sound Cloud.

0

Le regole del club Contact Mic

Riporto la traduzione di un’articolo di Tim Prebble  dal suo blog Music of Sound in cui illustra la sua esperienza nella realizzazione della libreria Contact Mic per HissandaRoar

La nuova release HISSandaROAR è ufficialmente disponibile, è costituita esclusivamente da registrazioni per mezzo di microfoni a contatto, ho pensato di condividere alcuni degli aspetti più importanti di questa tecnica, aspetti che ho scoperto nel modo più diretto – attraverso l’esperienza….

La prima regola per un buon utilizzo di un microfono a contatto non riguarda il microfono in se, riguarda un concetto più generale:

Cosa è collegato a dove ?

A occhio e croce direi che ho circa un dozzina di microfoni a contatto, acquistati nell’ultima decina d’anni, ma solo tre di questi risultano essere interessanti nell’utilizzo. Solo uno di questi tre microfoni “buoni”, ha il costo di tutti gli altri messi assieme, per il semplice fatto che coloro che lo hanno progettato hanno capito molto bene la regola numero uno. Infatti non è solo il microfono ad essere buono, ma anche ciò a cui il microfono è collegato, l’unico modo per assicurare grandi risultati e che ci sia una corrispondenza con il preamp e l’unico modo per cui ciò avvenga e che entrambi siano venduti come un pacchetto unico. Sono sicuro che è un concetto molto chiaro per chi ha conoscenze in elettronica, questo articolo (inglese) può aiutare a capire.

Continue Reading

0

Twisted tools – Transform sound library

Twisted tool ha rilasciato una collezione che farà impazzire gli amanti delle sonorità elettroniche, Transform è una libreria audio costruita in collaborazione con Jean-Edouard Miclot (a.k.a. JEDSOUND) che si è occupato della registrazione del materiale sorgente. La libreria contiene 1,6 Gb di suoni 96Khz/24Bit elaborati con moltissimi strumenti dedicati al sound design come il Kyma. I suoni sono elencati in maniera meticolosa con metadati adatti a soundminer e l’intera collezione è distribuita insieme a preset per EXS24MKII, Kontakt, Battery, Maschine and Reaktor, in maniera da velocizzare il processo creativo. Il tutto al prezzo di 69$.

“Transform” Trailer -by Richard Devine by RichardDevine

In questo video sono riprese le sessioni registrazione del materiale sorgente effettuate da Jedsound.

La natura indiana in 7.1

Hrishikesh Dani a.k.a Rishi, ha postato sul suo blog AuralScope, un’interessante registrazione effettuata in india al parco nazionale Sanjay Gandhi nei pressi di Mumbay, un vero e proprio santuario della natura selvaggia. Le registrazioni sono state effettuate in 7.1 a 96Khz – 24Bit con un registratore Zaxcom Deva ed un microfono Holophone H2 Pro 7.1. Di seguito è possibile ascoltare le registrazioni del fronte LCR missate in stereo, ma Rishi ha promesso che nei prossimi giorni darà la possibilità di scaricare le registrazioni originali, quindi stay tuned at AuralScope.

Continue Reading

0

Tuoni e fumini – I consigli di Frank Bry

Un utilissimo articolo in cui Frank Bry (therecordist.com) illustra il suo approccio alla registrazioni di tuoni,  fulmini e tempeste.

Molte delle mie registrazioni di tuoni sono realizzate con il mio Sanken CSS-5 davanti la porta di casa. Sto seduto in cucina con il registratore è un buon bicchiere di Scotch aspettando, al sicuro, che l’universo me ne mandi uno buono.  Ho una valle proprio davanti al cortile di casa, con la foresta da un lato e un’enorme spazio aperto dall’altro che arriva fino alla strada. Nei momenti in cui non ci sta molto vento e non piove troppo si riescono ad ottenere take molto puliti. Occasionalmente si sentono scoiattoli, uccelli, gente che falcia l’erba o taglia legna con la motosega. Questo accade molto raramente e anche se porta un pò di fastidio fa parte della vita, il momento migliore è la notte, è molto silenziosa…quasi molto silenziosa.

Thunder Recording Compilation by therecordist

Continue Reading

0

Metodi poco convenzionali

Una delle fasi più stimolanti durante il lavoro con l’audio è la ricerca di nuove sonorità e nuovi timbri. Questo tipo di attività può essere considerata a pieno titolo un viaggio nel mondo delle frequenze. Oggi i mezzi per attraversare questi territori sono innumerevoli la sintesi software ha subito un’evoluzione impressionante negli ultimi anni e la possibilità di “pilotare” tutti i parametri del suono con interfacce sempre più legate alla gestualità umana ha notevolmente incrementato l’espressività, cosa che in passato poteva risultare un pò sterile poiché il controllo dei parametri era legato ad una programmazione ragionata a tavolino, con software come OSculator è possibile interfacciare qualsiasi controller ad un synth e variarne i parametri con il massimo della personalizzazione.

Altri metodi per la ricerca sonora sono quelli che si possono mettere in campo con particolari tipi di microfoni poco convenzionali. Microfoni a contatto, idrofoni, pick-up eletromagnetici e microfoni binaurali sono strumenti che possono dare un grosso contributo al proprio suono. Personalmente preferisco quest’ultimo tipo di approccio nella ricerca sonora, registrare in maniera diversa suoni reali garantisce un tipo di complessità organica al suono che difficilmente si riesce ad ottenere con la sintesi. Inoltre usare questo tipo di registrazioni come sample da inserire nei campionatori offre un raggio d’azione infinito per la ricerca di cose mai sentite!

Continue Reading

Registratori portatili a confronto

Riporto la traduzione di un’ottimo test sui registratori portatili eseguito da Rene Coronado sul suo blog The sound my head makes.

Questo è il primo post su una serie di test effettuati con tre registratori tascabili molto popolari, i test sono basati su una serie di riferimenti tecnici, non intendono essere esaustivi e tutti i risultati e le opinioni da me espresse sono strettamente personali.

Negli ultimi anni il mercato dei registratori portatili è esploso, molti si guardano intorno chiedendosi quale comprare – eccomi qui per dare un’aiuto! Il proposito di questo test è quello di valutare i dispositivi sotto la lente di un sound designer e field recordist e di confrontarli con i registratori standard in uso nel settore del field recording. Testerò 3 registratori tascabili confrontandoli in base ad un setup di riferimento (microfoni+registratore) il test include:

  • Sony PCM D50
  • Tascam DR-100
  • Zoom H4n
  • Sound Devices 744t with Sure SM81s in XY setup (il riferimento)

Nella prima parte del test si confronteranno le differenti caratteristiche, mentre la seconda parte sara dedicata all’ascolto comparato di registrazioni effettuate con i vari registratori.

Continue Reading